Cremona, 4150 euro dal personale penitenziario all’Ospedale Maggiore

mag

28

2020
Iniziativa solidale della casa circondariale di Cremona
Iniziativa solidale della casa circondariale di Cremona

Una somma di 4150 euro, raccolta nel carcere di Cremona dagli operatori penitenziari, è stata consegnata nei giorni scorsi all’Ospedale Maggiore come contributo per fronteggiare l’emergenza pandemica in corso: l’iniziativa di solidarietà è partita spontaneamente dal reparto della Polizia Penitenziaria, ma poi si è allargata a tutto il personale in servizio nella casa circondariale. A intrattenere i contatti con le autorità sanitarie locali è stata la direttrice dell’istituto di Cremona, Rossella Padula: un rapporto privilegiato anche per i rapporti di vicinato, dal momento che la struttura penitenziaria è contigua ai padiglioni ospedalieri.

Inizialmente, nelle intenzioni dei promotori, i fondi erano stati destinati all’acquisto di un ventilatore polmonare, per far fronte alla contingenza epidemiologica: ora sono stati lasciati nella disponibilità dell’Ospedale per le attività più impellenti dettate dalla “Fase 2”.

In una realtà come quella lombarda, duramente colpita dalla diffusione del virus, la casa circondariale di Cremona è stata in grado di lasciare indenne dal contagio l’intera popolazione detenuta e pochissimi sono stati i casi nel personale penitenziario, tutti positivamente risolti.